Seleziona una pagina
L’acqua è lo scultore,
il pittore naturale che ci stupisce e ci emoziona

LA MOSTRA

 La mostra si svolge a Milano dal 25 maggio  al 17 giugno 2018, s’intitola “Istanti d’acqua” e ha come filo conduttore l’acqua, elemento di vita in tutte le sue forme. Il visitatore è coinvolto in un percorso visivo sulle varie fasi della sua metamorfosi, tra la terra e il cielo, dallo stato solido allo stato gassoso. 

La mostra è divisa in 7 percorsi: Acqua cheta, Cieli d’acqua, Genius Loci, La forma dell’acqua, Metamorfosi, Tutto scorre, Giochi in acqua. I temi tracciano un vasto percorso geografico tra i paesi che l’autore ha visitato in molti anni di riprese fotografiche. 

Franco Figari lavora con con lunghi appostamenti in attesa di cogliere l’attimo fuggente, la visione incantata unica e irripetibile delle creazioni della natura. Un lavoro lungo e fatto di molti ritorni negli stessi luoghi. Infatti il percorso della mostra indaga sulla poetica dell’autore, sulla sua peculiare attenzione ai paesaggi naturali, alle forme, all’infinita varietà coloristiche che i vari stati dell’elemento acqua creano. Tra grandi paesaggi e close up molto ravvicinati, l’acqua è lo scultore, il pittore naturale che ci stupisce e ci emoziona.  
I paesaggi innevati e i ghiacci delle terre del nord, da lui tanto amate, sono tra i suoi motivi più fotografati.

A cura di Cateria Misiti

 

25 maggio  |  17 giugno 2018

Acquario Civico di Milano 
Viale Gadio, 2, 20121, Milano, MM2 Lanza

Presentazione stampa ed inaugurazione  
24 maggio dalle 18.00

ORARI
Lunedì chiuso
Martedì – Domenica 9.30 – 17.30
(La biglietteria chiude 30 minuti prima)

La visita alla mostra è compresa nel biglietto d’ingresso all’Acquario
Per visita all’Acquario
Biglietti:
5 euro intero
3 euro ridotto

PER INFO
www.acquariocivicomilano.eu
02  88 46 57 50

LA MOSTRA

La mostra si svolge a Milano dal 25 maggio  al 17 giugno 2018, s’intitola “Istanti d’acqua” e ha come filo conduttore l’acqua, elemento di vita in tutte le sue forme. Il visitatore è coinvolto in un percorso visivo sulle varie fasi della sua metamorfosi, tra la terra e il cielo, dallo stato solido allo stato gassoso. 

La mostra è divisa in 7 percorsi: Acqua cheta, Cieli d’acqua, Genius Loci, La forma dell’acqua, Metamorfosi, Tutto scorre, Giochi in acqua. I temi tracciano un vasto percorso geografico tra i paesi che l’autore ha visitato in molti anni di riprese fotografiche. 

Franco Figari lavora con con lunghi appostamenti in attesa di cogliere l’attimo fuggente, la visione incantata unica e irripetibile delle creazioni della natura. Un lavoro lungo e fatto di molti ritorni negli stessi luoghi. Infatti il percorso della mostra indaga sulla poetica dell’autore, sulla sua peculiare attenzione ai paesaggi naturali, alle forme, all’infinita varietà coloristiche che i vari stati dell’elemento acqua creano. Tra grandi paesaggi e close up molto ravvicinati, l’acqua è lo scultore, il pittore naturale che ci stupisce e ci emoziona.  
I paesaggi innevati e i ghiacci delle terre del nord, da lui tanto amate, sono tra i suoi motivi più fotografati.

A cura di Cateria Misiti

 

25 maggio  |  17 giugno 2018

Acquario Civico di Milano 
Viale Gadio, 2, 20121, Milano, MM2 Lanza

Presentazione stampa ed inaugurazione  
24 maggio dalle 18.00

ORARI
Lunedì chiuso
Martedì – Domenica 9.30 – 17.30
(La biglietteria chiude 30 minuti prima)

La visita alla mostra è compresa nel biglietto d’ingresso all’Acquario
Per visita all’Acquario
Biglietti:
5 euro intero
3 euro ridotto

PER INFO
www.acquariocivicomilano.eu
02  88 46 57 50

Più ci saranno gocce d’acqua pulita più il mondo risplenderà di bellezza.

Madre Teresa di Calcutta

Finland, land of lights

L’autore lavora con lunghi appostamenti in attesa di cogliere l’attimo fuggente, la visione incantata unica e irripetibile delle creazioni della natura. Un lavoro lungo fatto di molti ritorni negli stessi luoghi con attenzione ai paesaggi naturali della Finlandia.

Istanti d’acqua

Il catalogo della mostra

Il filo conduttore della mostra è l’acqua, elemento di vita in tutte le sue forme e fasi della sua metamorfosi, tra la terra e il cielo, dallo stato solido allo stato gassoso. I temi tracciano un vasto percorso geografico tra i paesi che l’autore ha visitato in molti anni.

Finland, land of lights

L’autore lavora con lunghi appostamenti in attesa di cogliere l’attimo fuggente, la visione incantata unica e irripetibile delle creazioni della natura. Un lavoro lungo fatto di molti ritorni negli stessi luoghi con attenzione ai paesaggi naturali della Finlandia.

Istanti d’acqua

Il catalogo della mostra

Il filo conduttore della mostra è l’acqua, elemento di vita in tutte le sue forme e fasi della sua metamorfosi, tra la terra e il cielo, dallo stato solido allo stato gassoso. I temi tracciano un vasto percorso geografico tra i paesi che l’autore ha visitato in molti anni.

Fai che il tuo cuore sia come un lago.
Con una superficie calma e silenziosa. E una profondità colma di gentilezza.

Lao Tzu

BIO

Nato a Milano nel 1950, laureato in Economia, nel 1977 ha ottenuto a Memphis (USA) il Master dello United States Department of Agriculture come classificatore di cotone.

Appassionato viaggiatore ed escursionista, è giornalista pubblicista e fotografo freelance di natura. In giro per il mondo, a piedi, in mountain bike, in canoa, con le racchette da neve ha da sempre amato i viaggi “on the road”, ma l’interesse per la fotografia naturalistica si è concretizzato intorno al 1985, quando ha cominciato a scoprire con l’obiettivo le bellezze nascoste di ambienti ancora intatti.

Franco Figari è un cittadino del mondo. Le sue foto da decenni raccontano ogni angolo del pianeta, spaziando dall’Antartide alle Galapagos, dalle Falkland alla Groenlandia. Ma il globo intero, nel caso di Figari, ruota intorno ad un ombelico che si chiama Finlandia.

Colori, luci e forme insieme diventano il paesaggio come Figari: “Insegna a vederlo… Inducendo a coglierne l’essenza oltre il velo delle apparenze”.

Foto di Marcello Libra

In una goccia d’acqua si trovano tutti i segreti degli oceani.

Khalil Gibran

Nessun uomo può bagnarsi nello stesso fiume per due volte,
perché né l’uomo né le acque del fiume sono gli stessi.

Eraclito

Seguici su

Rimani in contatto

amministrazione@spaziosrl.com

INFO

Scrivici per informazioni sulla mostra o sull’acquisto dei volumi

Privacy Policy